News

Multe "scontate" del 30% a partire dal 21 agosto

Tra le novità più importanti introdotte dal Decreto "DEL FARE" (entrato in vigore il 21 Agosto 2013 a seguito della pubblicazione della relativa Legge di conversione N. 98/2013) è quella della possibilità, per chi ha ricevuto una sanzione amministrativa pecuniaria derivante da una violazione al Codice della Strada (c.d. "multa") e non ha subito, negli ultimi due anni, alcuna decurtazione di punti dalla patente di guida, di ottenere uno sconto del 30% sulla cifra da versare, purchè sia versata entro cinque giorni dalla contestazione o notificazione – Art. 202 C.d.S.

Casi di applicazione del diritto allo sconto

Il pagamento in misura ridotta è ammesso per tutte le violazioni al Codice della Strada, anche quelle (maggiorate di 1/3) commesse in orario notturno solo se:
· è consentito il pagamento in misura ridotta
· non è prevista la sospensione della patente o confisca del veicolo.

Casi di esclusione

La riduzione non opera, per espressa previsione, in relazione alle violazioni del Codice della Strada per cui è prevista la sanzione accessoria della confisca del veicolo e la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida, nonchè quelle che rivestono carattere penale.

Come ottenere lo sconto e chi ne ha diritto

Non serve esperire una procedura particolare ma è sufficiente che, dopo aver ricevuto la notifica o contestazione della multa, si effettui il pagamento della somma entro cinque giorni.
Tutti gli automobilisti hanno il diritto ad usufruire dello sconto, indipendentemente dal numero di punti posseduti sulla patente di guida.

Multe sul parabrezza

Con una nota il Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell'Interno ha chiarito che lo sconto del 30% sulle multe pagate entro 5 giorni si applica anche alle sanzioni per divieto di sosta o violazioni simili, per le quali, normalmente, viene lasciato sul parabrezza dell'auto un "preavviso". Con quest'ultimo il trasgressore è avvertito del fatto che, qualora non pagasse entro il breve termine indicato, riceverà il verbale gravato delle spese di spedizione e di individuazione al PRA del proprietario del veicolo.

Lo sconto non si applica sulle spese di notifica

La riduzione del 30% è da calcolare sull'importo della sanzione prevista dal Codice della Strada e non anche sulle spese della notifica e, in alcun modo, si potrà arrotondare la cifra sanzionatoria.
In quest'ultimo caso, o in caso di errore, si perde lo sconto nonché il diritto al pagamento in misura ridotta (applicato in caso di pagamento entro i 60 giorni dalla notificazione).

Impossibilità di presentare ricorso

Come previsto già dal Codice della Strada, nel caso in cui si provveda ad effettuare il pagamento di una sanzione amministrativa derivante da violazione al Codice stesso, vi è l'impossibilità di poter esperire eventuale ricorso. Di conseguenza, la medesima previsione trova applicazione nei confronti del pagamento della sanzione ridotta al 30%.

Diritto allo sconto per la circolazione con veicolo privo di assicurazione

Si ha il diritto allo sconto. Ma il pagamento in misura ridotta avrà effetto estintivo dell'obbligazione pecuniaria solo nel caso in cui, entro il termine di 60 giorni, il trasgressore dimostri di aver stipulato una valida polizza assicurativa.

Modalità di pagamento

Attualmente, NON è possibile procedere al pagamento della sanzione ridotta nelle mani dell'agente accertatore – tranne il caso di veicoli dotati di targa straniera, per i quali il pagamento dovrà avvenire nell'immediato ed in mani dell'agente accertatore - , bensì attraverso il modello F23 oppure a mezzo di versamento in conto corrente postale o bancario.

No alla rateizzazione

Per chi usufruisce dello sconto del 30% su di una sanzione amministrativa pecuniaria non vi è compatibilità con il diritto di rateizzazione della stessa.

È bene sapere che

Il verbale, specifica il Ministero, deve contenere la chiara indicazione della facoltà di avvalersi della sopra descritta misura agevolata, nei tempi prescritti, dell'importo minimo ridotto e dei casi in cui la procedura non è invece applicabile.

Se il 5° giorno è festivo?

Qualora il quinto giorno fosse festivo, la scadenza è prorogata al primo giorno feriale successivo.

StampaEmail

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Guarda nel dettaglio i termini della legge privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.